Polizia sventa lo svolgimento di un rave party a Lecce, tre denunciati

93 Visite

La polizia ha impedito ieri sera il probabile svolgimento di un rave party nelle aree rurali della città di Lecce, riuscendo a intercettare un furgone con a bordo alcuni giovani in possesso di impianti per la diffusione sonora, tra cui sei casse acustiche, un gruppo elettrogeno con annessa tanica di benzina e cavi per collegamenti.

Il materiale è stato sequestrato e i tre giovani che viaggiavano sul mezzo, che non hanno saputo dare spiegazioni in merito alla provenienza del materiale, sono stati denunciati per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli che erano contenuti in una cassetta con il resto del materiale sequestrato. Le persone denunciate sono un 27enne di Lecce, una ragazza di 24 anni di Maglie (Le) e una donna di Cesena (34 anni).

L’operazione è frutto di controlli mirati che sono stati intensificati dopo i fatti di Valentano (Viterbo). A seguito del rave party svoltosi nella località laziale, con la partecipazione di migliaia di persone, il dipartimento della Pubblica sicurezza ha, infatti, impartito specifiche direttive per il controllo del territorio. Nel Salento, il mese scorso la polizia aveva interrotto un rave party nella zona campestre della marina leccese di San Cataldo e un secondo rave Porto a Cesareo, al confine con la provincia di Taranto, il giorno di Ferragosto. In queste occasioni erano state allontanate centinaia di giovani già radunati e in procinto di avviare le manifestazioni musicali non autorizzate. Ai controlli, predisposti dalla questura di Lecce, partecipano, oltre alla polizia, anche i carabinieri.

I servizi di polizia si avvalgono sia dell’attività informativa svolta sui social network, sia del monitoraggio da parte della Digos di tutte le altre fonti attraverso le quali è possibile intercettare gli inviti a partecipare ai rave. Grazie a questo lavoro, la polizia è riuscita a sventare lo svolgimento di un rave non autorizzato che avrebbe dovuto svolgersi verosimilmente nella serata di ieri nelle campagne leccesi. Gli agenti hanno sequestrato gli impianti per la diffusione della musica trovati all’interno di un furgone su cui viaggiavano tre giovani denunciati per ricettazione, in quanto non hanno saputo giustificare la provenienza del materiale. I tre avevano precedenti di polizia, per avere organizzato, in passato, altri rave party.

Promo