Green pass: presidi Puglia, ulteriore gravoso impegno

86 Visite

“Si aggiungono impegni e complicazioni organizzative al lavoro delle scuole e dei loro dirigenti, già messi a dura prova dalle incombenze derivanti dallo stato di emergenza sanitaria in corso. Si tratta, a nostro avviso, di un enorme e ingiustificato spreco di lavoro e risorse umane che, già scarse in generale, si dovrebbero meglio e più utilmente impiegare”. Lo dichiara in una nota Roberto Romito, presidente dell’Anp Puglia, l’associazione nazionale presidi, con riferimento al “sistema di controllo quotidiano dei green pass Covid in possesso del personale, docenti, amministrativi e ausiliari” che le scuole dovranno assicurare a partire dal primo settembre.

“Ciò significa che dovranno essere attive, tutti i giorni e per tutto l’orario di apertura, altrettante unità di personale – dice Romito – che su delega del dirigente saranno addette al controllo e alla registrazione del possesso del green pass nei confronti di tutti loro colleghi, al momento in cui essi si presentano a scuola: per entrare in classe a far lezione, per partecipare alle riunioni degli organi collegiali, per espletare il loro servizio quotidiano”.

Romito ricorda che anche “altri problemi, molto consistenti, aspettano da due anni ormai una soluzione che non arriva”, dalle classi numerose ai trasporti. “Aspettiamo risposte chiare – conclude – . Dopo due anni di emergenza Covid, la scuola, per molti aspetti, sembra sempre allo stesso punto di partenza”.

Promo