Movida molesta a Porto Cesareo, la sindaca ordina: no a vetro per bevande dopo mezzanotte

93 Visite

No a bottiglie e bicchieri di vetro per consumare bevande all’aperto dopo mezzanotte e sino all’alba. È quanto ha stabilito la sindaca di Porto Cesareo (Lecce), Silvia Tarantino, con ordinanza firmata il 24 agosto, per fermare la movida resa molesta da gruppi di giovani che dopo aver bevuto creano disordini. Il provvedimento resta in vigore sino al prossimo 30 settembre, data considerata come quella della fine dell’estate.

“Nelle ultime settimane abbiamo registrato una serie di disordini, liti in strada, gazzarre, risse che hanno coinvolto ragazzi in preda ai fumi dell’alcol”, dice la sindaca. “Contattate questura e prefettura, la risposta è stata immediata con la discussione in apposito tavolo presso l’ufficio territoriale di governo. La presenza massiccia di forze dell’ordine sul territorio ha subito consentito una inversione di rotta”, sottolinea.

L’ordinanza stabilisce l'”obbligo, dalle 24 alle 5 del giorno successivo, per gli esercizi pubblici che somministrano alimenti e bevande” di fornirli “esclusivamente in contenitori monouso, con contestuale divieto di bicchieri o bottiglie di vetro, se la consumazione è al di fuori dello spazio di pertinenza dell’esercizio”. In caso di violazione è prevista una sanzione da 25 a 500 euro.

Promo