A Trani il 3 e 4 settembre il convegno internazionale “Il cammino di Abramo”, mosaico di pace

123 Visite

È un convengo che capita in un momento delicato, in cui le perdite come quelle di Gino Strada e i conflitti rendono sempre più necessario un intervento che possa, attraverso gli strumenti culturali e del dialogo interreligioso, essere un punto di partenza per una svolta in quei territori da troppo tempo dilaniati da conflitti devastanti per la civiltà tutta.

Questo l’obiettivo del Convegno internazionale “Il Cammino di Abramo”, mosaico di pace, che si terrà a Trani il 3 e 4 settembre.

Due giornate di studio e progettazione in memoria di Kahled al Assad, direttore di Palmira e Gino Strada fondatore di Emergency.

Il 3 settembre alle ore 18:30 presso la Cattedrale di Trani mentre il 4 settembre dalle ore 9:00 presso Palazzo delle Arti Beltrani.

Saranno presenti l’ambasciatrice dell’Iraq in Italia Ms Safia Taleb Al-Souhail, il direttore dipartimento Cultura e turismo Luigi De Luca, dirigente struttura di progetto cooperazione territoriale europea e poli biblio-museali, Aldo Patruno direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, della segretaria regionale del Mic per la Puglia, Soprintendente della SABAP per le province di Brindisi e Lecce , Soprintendente ad interim per la SABAP della Città metropolitana di Bari arch. Maria Piccarreta.
Il convegno è organizzato da Archeoclub sede di Trani “Antonio Piccinni” e dal dipartimento Beni culturali dell’università del Salento d’intesa con l’ assessorato alle culture comune di Trani e con la SABAP, sovrintendenza per le province di Barletta-Andria- Trani e Foggia.

Il Convegno è stato inserito in Archeolive il festival dell’archeologia si terrà in Puglia e anche in altri paesi come Albania, Montenegro, Grecia e Croazia Le organizzatrici del Convegno dott.ssa Anna Maria Minutilli, presidente Archeoclub sede di Trani e la prof.ssa Anna Trono, docente dell’ Università del Salento che hanno fortemente voluto questo convegno: “ Italyah sel-Yawan”, “Italia greca” è il nome con cui nelle antiche fonti ebraiche viene indicata l’Italia meridionale, l’antica Magna Grecia. Essa era la “terra grassa” che Isacco aveva assegnato al figlio Esau-Edom a consolazione della primogenitura che il fratello Giacobbe gli aveva carpito (Berte sit R. LXVII, 6) e su essa Dio aveva predisposto da secoli, fin dal tempo dei primo re d’Israele Geroboamo, di erigere una “capanna di rifugio” per i figli fedeli del suo popolo (b.Sabbat, 56b). Puglia terra di approdo della stirpe di Abramo, lo stesso percorso che vede le genti del Mediterraneo approdare sulle nostre coste. tappa finale del percorso con Trani dove in un piccolo lembo di terra sono presenti le diverse confessioni incontrate durante il percorso. Il presente evento intende presentare il progetto del “Cammino di Abramo” fino all’approdo nelle terre della sua stirpe: il meridione d’Italia per la valorizzazione promozione culturale, turistica, economica nel rispetto delle confessioni religiose e delle differenze culturali dei territori percorsi, dopo la visita del Papa a Mosul in Irak si intende promuovere territori che rappresentano un mosaico di religioni partendo dalla Puglia quale trait d’union fra Europa occidentale ed il percorso di Abramo ritrovando nella nostra regione quelle radici storiche religiose e culturali che si riscontreranno nei territori protagonisti del cammino”

Il convegno ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia, dell’Arcidiocesi Trani-Bisceglie-Barletta, dell’Agenzia mediterranea per il turismo, dall’Agenzia del Patrimonio Euromediterraneo e dalla rete Unitwin/Unesco Culture, Tourism, Development con sede a Parigi 1- Università La Sorbona e della sede nazionale Archeoclub d’Italia nelle manifestazioni per i 50 anni della storica associazione impegnata da anni nella valorizzazione e promozione dei beni culturali, il cui presidente nazionale Rosario Santanastasio interverrà per i saluti istituzionali.

Mimmo Spadavecchia

Promo