Covid, focolaio in Rsa di Canosa, Lopalco: “Il vaccino ha evitato una strage”

219 Visite

“Sicuramente sì”, il vaccino ha evitato una strage nella Rsa di Canosa di Puglia (Barletta – Andria – Trani) in cui si è sviluppato un focolaio da coronavirus che ha contagiato 25 anziani (tre dei quali deceduti a causa di malattie pregresse) e sette dipendenti della struttura. È quanto dichiarato dall’assessore regionale alla Sanità della Puglia Pier Luigi Lopalco a margine della presentazione di un progetto della Asl Bat relativo a cure post covid per la riabilitazione respiratoria da effettuare nelle terme di Margherita di Savoia, nel nord barese.

“Purtroppo con questo tipo di variante, la Delta, il virus può facilmente entrare in comunità di persone molto fragili. E le persone fragili, alcune di queste anche se vaccinate, possono infettarsi. Però la vaccinazione previene al 95 – 96% il rischio di malattia grave anche nei fragili. Quindi sì, in caso di infezione virale il vaccino previene le forme gravi e sicuramente la morte”, ha ribadito l’epidemiologo.

Promo