I maestri artigiani pugliesi diventano 64, si aggiungono sette nuovi riconoscimenti

94 Visite

Sale a 64 il numero dei maestri artigiani pugliesi riconosciuti dalla legge regionale che disciplina l’apprendistato e che contiene le norme relative alle scuole bottega.

Gli ultimi sette titoli sono stati conferiti oggi a Donato Caroppo panificatore di Minervino di Lecce, Ruggero Di Benedetto fotografo artigiano di Barletta, Nicola Giotti pasticcere di Giovinazzo, Giacomo Losavio produttore del settore caseario di Noicattaro, Valentina Monno estetista di Bari, Vincenzo Russo maestro della lavorazione della pietra di Vernole e Giuseppe Zippo pasticcere di Specchia.

Il conferimento del titolo “riconosce e premia la maestria dei nostri artigiani, la loro creatività e la capacità di reinventarsi in un mondo in continua evoluzione”, commenta Alessandro Delli Noci assessore regionale allo Sviluppo economico precisando che “sono donne e uomini la cui arte racconta la storia e l’anima della nostra regione, la sua ricchezza più profonda e la capacità di chi, proprio nelle botteghe, è riuscito ad aggregare favorendo la crescita umana e professionale di tanti giovani”. “Il riconoscimento -aggiunge l’assessore- attesta il contributo prezioso di quanti, nonostante le difficoltà, in maniera particolare in questo tempo segnato dalla pandemia e dalla crisi economica, continuano a custodire le nostre tradizioni innovando e guardando con fiducia al futuro”.

Si tratta di “un patrimonio -conclude Delli Noci- che va tutelato e promosso, anche per questo porteremo con noi a Expo Dubai una pubblicazione che racconta in immagini il cuore del tessuto produttivo pugliese e la laboriosità di tante comunità”.

Promo