Pareidolìa a Castel del Monte: l’arte di guardare oltre ciò che appare

98 Visite

Proveniente dal greco, il termine Pareidolìa indica la tendenza istintiva a riconoscere e trovare forme ordinate e familiari in strutture amorfe e disordinate che ci circondano nella vita di tutti i giorni.

Andare oltre la percezione, guardare oltre ciò che appare è la mostra collocata nel piazzale esterno di Castel del Monte, gratuitamente fruibile ed in programma fino al 15 settembre.

Da sempre appassionato di fotografia, il regista pugliese Carlo Toma ha dato vita a un’esperienza dai connotati didattici che unisce in simbiosi l’uomo e la natura nella sua forma più arcaica.

Una collezione di 15 totem bifacciali, alti 2 metri e raffiguranti 30 fotografie di un tronco d’ulivo secolare, saranno direttamente connessi al web attraverso un QR Code che, una volta scansionato dallo smartphone, svelerà la ricreazione artistica della foto. Disegnatori, fumettisti e illustratori hanno dato il loro contributo rielaborando ogni scatto secondo la propria concezione artistica.

 

Promo