Università, protesta a Bari contro numero chiuso Medicina

108 Visite

“L’emergenza non è chiusa. La formazione si. No al numero chiuso”. È lo slogan sullo striscione degli studenti di Link Bari, il sindacato studentesco dell’università che oggi, in occasione dei test di ingresso per l’accesso alle facoltà di Medicina e Chirurgia, torna a protestare contro il numero chiuso. “Il numero chiuso non è la risposta alla carenza di medici negli ospedali, come è emerso è maniera evidente e importante nella pandemia” dice Noemi Sassanelli, portavoce di Link Bari Medicina.

“La risposta, invece, -prosegue- è avere nuovi medici, nuove menti, con investimenti mirati, dopo 53 miliardi di tagli alla sanità negli ultimi 10 anni. Senza medici -dice Noemi Sassanelli- non c’è futuro, per questo proponiamo un ripensamento dell’offerta formativa, con finanziamenti per garantire l’accesso libero e investire così sul presente e sul futuro”.

Promo