A Bitonto una lite finisce in tragedia, muore 40enne colpito da due pugni e caduto

118 Visite

Uno sfottò finito in tragedia. Una lite in cui un uomo di 30 anni è morto dopo essere stato colpito in pieno volto da due pugni che lo hanno fatto cadere sull’asfalto in modo talmente violento da perdere la vita. È successo a Bitonto, in provincia di Bari in un’area di servizio alla periferia della città.

Il presunto autore del delitto nella notte avrebbe raggiunto la caserma dei carabinieri con il proprio legale di fiducia. Ad aiutare le indagini sono stati i frame registrati dalle telecamere di videosorveglianza della zona. “Nella tarda notte, in una stazione di servizio alle porte della città, una rissa ha provocato la morte di un nostro concittadino”, scrive in un post pubblicato sui social il sindaco Michele Abbaticchio. “Senza armi, la fine di una esistenza umana è stata decretata da violenza per motivi, sembrerebbe, non legati a questioni criminali. Il presunto colpevole è in contatto con le forze dell’ordine”, aggiunge sottolineando che “la prepotenza e la barbarie stanno attraversando tutto il Paese (il Sud in particolare) consegnando l’immagine di una società sempre più sola ed abbandonata. Ma Bitonto ha già sofferto troppo per sopportare altre tragedie come questa. La vittima e il presunto carnefice sono molto giovani per non lasciarci altro pensiero”.

Promo