Ex Ilva, Fiom Cgil: “Ferie trasformate in cassa integrazione”

91 Visite

Acciaierie d’Italia “nonostante la programmazione delle ferie estive dei lavoratori, molti dei quali hanno un monte ore ferie elevato, ha deciso di trasformarle in cassa integrazione”, mettendo le “mani nelle tasche dei lavoratori. In tarda serata sono uscite sul portale le buste paga e, ancora una volta, l’azienda ha operato in maniera unilaterale con l’unico obiettivo di trarne un beneficio in termini economici”. È quanto denunciano le Rsu della Fiom Cgil dello stabilimento siderurgico ex Ilva di Taranto.

La Fiom raccoglierà “tutta la documentazione necessaria ad individuare le responsabilità aziendali -evidenziano le Rsu Fiom- attraverso un esposto ad Inps e Ispettorato del lavoro, affinché verifichino le irregolarità in merito all’utilizzo dell’ammortizzare sociale. Acciaierie d’Italia -conclude l’organizzazione sindacale- continua ad approfittare anche della totale assenza del governo. Infatti, nonostante sia stato istituito il nuovo Cda, con la nomina a Presidente di Bernabé, nulla è cambiato”.

Promo