Estorsioni, a Grottaglie padre e figlio picchiano ristoratore

118 Visite

Piombano in una pizzeria di Grottaglie (Taranto) nella tarda serata di ieri per estorcere denaro al titolare. Prima lo minacciano e poi lo picchiano. Gli aggressori sono padre e figlio, entrambi pregiudicati. Sono stati arrestati dalla Polizia e trasferiti in carcere a Taranto. Il padre risponde per lesioni aggravate e per evasione in quanto già sottoposto agli arresti domiciliari; il figlio, invece, per estorsione, tentata estorsione e lesioni aggravate.

Secondo quanto raccontato dalla vittima, padre e figlio, rispettivamente di 53 e 35 anni, dalle minacce verbali finalizzate ad estorcere denaro erano passati alle vie di fatto, aggredendolo con un bastone in metallo telescopico ed un coltello. I due oggetti sono stati ritrovati dalla Polizia. Il bastone, infatti, era ancora tra le mani del padre mentre il coltello era stato nascosto in una fioriera poco prima dal figlio.

Le richieste estorsive da parte del 35enne -ha accertato la Polizia, commissariato di Grottaglie- andavano avanti già da tempo ed erano diventate sempre più pressanti fino a culminare nella violenta aggressione di ieri sera. Al ristoratore i medici hanno diagnosticato 10 giorni di prognosi per le ferite riportate al volto e all’addome.

Promo