Stalking, quando è lei a perseguitare lui. A processo una 55enne di Lecce

143 Visite

A processo per stalking e calunnia, nei guai una 55enne di Lecce. Secondo l’accusa la donna si era invaghita di un amico senza però essere corrisposta, ed avrebbe iniziato a perseguitarlo, molestarlo fino a diventare violenta. La vittima ha provato a interrompere ogni contatto e comunicazione con la stalker, ma con scarso successo.

Visite al lavoro, per strada, scampanellate sotto casa a tutte le ore, minacce di morte e un tentativo fisico di investirlo con l’auto.

Tra gli episodi di maggiore rilievo, un pugno sferrato al volto dell’uomo e il tentativo, da parte della donna, di spacciarsi lei come vittima di violenza al punto da chiedere l’intervento e l’aiuto della polizia. Le indagini coordinate dal pm Gorgia Villa hanno appurato la realtà dei fatti. La donna comparirà in giudizio il 7 dicembre.

Promo