Xylella, assessore Pentassuglia: “Focolaio a Canosa sotto controllo, dal Governo nessuno risponde alla nostra richiesta di fondi”

100 Visite

“La notizia positiva è che il famoso focolaio Xylella a Canosa è sotto controllo. È stato fatto un lavoro importante. Ringrazio i colleghi di quella zona, che hanno lavorato gomito a gomito, e le organizzazioni, gli imprenditori che, con i propri tecnici, hanno collaborato a fare un’attività di monitoraggio di quel territorio palmo a palmo. La collaborazione istituzionale ai vari livelli porta, poi, il risultato”. Lo ha annunciato l’assessore all’Agricoltura, Donato Pentassuglia, rispondendo in Consiglio regionale a una interrogazione sulla diffusione della Xylella, arrivata al nord della Puglia.

Nelle settimane scorse era stato infatti individuato un focolaio a Canosa nella provincia di Barletta-Andria-Trani, ma è stato immediatamente circoscritto.
Per la rigenerazione ambientale post Xylella “abbiamo chiesto al Governo almeno altri 700 milioni, ma da tre mesi non risponde nessuno”.

“Poi – ha aggiunto – mobiliteremo i territori, perché le cose si fanno con i soldi. Il presidente Emiliano ha scritto al presidente Draghi: o arrivano i 7-800 milioni per fare l’operazione vera, seria e robusta, d’impatto, tra Lecce e Brindisi; oppure noi ragioneremo, come stiamo facendo, anche sulla prossima programmazione, dal 2023”. Pentassuglia ha anche sostenuto che “aspettavamo da 15 giorni un’altra visita del Governo nel Salento, che è saltata due volte”.

Promo