Arriva al porto di Taranto la nave cantiere per la costruzione del parco eolico

82 Visite

È arrivata a Taranto la nave specializzata MPI Resolution della società olandese Mpi Offshore (gruppo Van Oord), l’unità da lavoro che si occuperà di installare al largo di Taranto il primo campo eolico offshore d’Italia, che sarà operativo nel 2022.

La “nave-cantiere”, salpata dal porto di Rotterdam, ha imbarcato impianti e attrezzature (tra cui un martello Menck, un fissaggio marino, uno strumento di ribaltamento e un’attrezzatura di sollevamento) da utilizzare per l’installazione nel lato ovest del Mar Grande, di 10 torri eoliche alte circa 80 metri per la produzione di energia elettrica green pari a 30 MW, l’equivalente del fabbisogno di 18500 famiglie, e una produzione stimata di 58.000 MWh all’anno. L’appaltatore è Renexia Services, controllata di Toto Holding, e l’investimento ammonta a circa 80 milioni di euro.

La nave MPI Resolution di Van Oord si occuperà dell’installazione dei monopali, dell’acciaio secondario e dei generatori eolici. La nave è adatta per i lavori nel Mar Mediterraneo perché può gestire sia i fondali molto bassi che quelli più profondi. Durante le attività sarà utilizzato un innovativo dispositivo acustico che scoraggia i delfini in modo sicuro e temporaneo utilizzando una speciale acustica subacquea. Le turbine sono fornite da Ming Yang Smart Energy.

Promo