Detenuto suicida nel carcere di Foggia, la denuncia del sindacato Cosp: “Una sconfitta per lo Stato”

116 Visite

“Una vita spezzata nelle carceri è comunque una sconfitta per lo Stato”. Così Mimmo Mastrulli referente del Cosp definisce il suicidio di un detenuto avvenuto nel pomeriggio di oggi nell’istituto penitenziario di Foggia. Per l’uomo sono stati inutili i soccorsi prestati dagli agenti in servizio. “Serve un cambio di passo -chiede Mastrulli- serve un segnale da parte del dipartimento di amministrazione penitenziaria forte e radicale”.

Mastrulli ricorda che “in Puglia mancano più di mille poliziotti a fronte di una popolazione carceraria di oltre 4.100 persone contro le 2.400 regolamentari nelle 12 carceri pugliesi”.

Promo