Cinema, il Bif&st premia Helen Mirren e Roberto Faenza

76 Visite

Il Bif&st, BARI international film festival, premierà la “eccellenza cinematografica” dell’attrice Helen Mirren e del regista Roberto Faenza, mentre per l’ItaliaFilmFest sara’ “Qui rido io” di Mario Martone il film più premiato.

Sono le novità svelate a due giorni dall’inizio del festival, in programma dal 24 settembre al 2 ottobre in quello che è stato ribattezzato “il miglio dei teatri baresi”, Petruzzelli, Margherita, Piccinni e Kursaal Santalucia. Qui, in occasione della riapertura dopo un lungo restauro, si terrà l’inaugurazione del Bif&st con il film “Ennio” di Giuseppe Tornatore dedicato al maestro Morricone.

Il regista Roberto Faenza (il 27 settembre) e poi l’attrice Helen Mirren con il regista Paolo Virzì (il 29 settembre) terranno due delle masterclass in programma nel teatro Petruzzelli. Sono stati anche rivelati gli artisti che riceveranno i premi dell’ItaliaFilmFest. Per “Qui rido io” premio Mario Monicelli per il miglior regista a Mario Martone; premio Franco Cristaldi per il miglior produttore e Indigo Film, Rai Cinema, Tornasol; premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista a Toni Servillo (premiato anche per “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino e “Ariaferma” di Leonardo Di Costanzo); premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista a Gianfelice Imparato (premiato anche per “Il bambino nascosto” di Roberto Andò).

Il premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista andrà a Teresa Saponangelo per “È stata la mano di Dio”; il premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista a Margherita Buy per “Tre piani” di Nanni Moretti; il premio Ennio Morricone per il miglior compositore a Pasquale Scialò per le musiche di “Ariaferma”. Un premio speciale della giuria dei critici “per l’eccezionalità dell’impresa cinematografica” sarà conferito a Marco Bellocchio per “Marx può aspettare”.

Promo