Condanne definitive e ordine di carcerazione per tre componenti del clan Di Cosola

69 Visite

Condanne definitive, per un totale di 25 anni di reclusione, per associazione mafiosa a carico di tre baresi e altrettanti ordini di carcerazione eseguiti oggi dai carabinieri. In carcere sono finiti tre affiliati al clan Di Cosola, attivo nel capoluogo pugliese: Cosimo Di Cosola, condannato a 9 anni e sei mesi; Vito Mariani, condannato a 7 anni e 8 mesi e Francesco De Caro, condannato a 8 anni.

I provvedimenti scaturiscono dalla sentenza della corte d’appello di Bari, emessa il 2 luglio 2020, diventata irrevocabile, con cui gli imputati sono stati riconosciuti colpevoli -a vario titolo- di associazione di stampo mafioso, associazione finalizzata al traffico di droga, estorsione illecita concorrenza con violenza e minaccia nel mercato del calcestruzzo. Il processo è stato avviato in seguito alle indagini condotte dopo l’omicidio di Giuseppe Mizzi, vittima innocente di mafia, negli anni 2011-2014, dai carabinieri del Nucleo investigativo di Bari, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo pugliese, nei confronti del clan Di Cosola.

L’inchiesta, chiamata ‘Pilastro’ nel 2015 portò all’esecuzione di provvedimenti restrittivi nei confronti di 64 indagati, e successivamente ha indotto alcuni elementi di spicco, tra i quali Antonio Di Cosola (nel frattempo deceduto), a collaborare con la giustizia.

Promo