Il Comune di Locorotondo conferma la cittadinanza onoraria a Mussolini

61 Visite

“Il Consiglio comunale di Locorotondo (Bari) ha confermato la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, votando contro la revoca”. Lo denuncia con un post su Facebook il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Fabio Lotito.

“Vergogna infinita”, scrive Lotito nel post, allegando l’immagine della “proposta di mozione per l’eliminazione della cittadinanza onoraria conferita a Benito Mussolini il 24 maggio 1924, in occasione dell’entrata dell’Italia in guerra”, a firma dei cinque consiglieri comunali di opposizione, il pentastellato Lotito e i quattro del gruppo “Innova Locorotondo”, Marianna Cardone, Giovanni Oliva, Lucia Calella e Grazia Ruggiero.

Nella mozione, che la maggioranza del Consiglio comunale non ha approvato, i firmatari evidenziavano che “Mussolini è stato fondatore e rappresentante del partito fascista, bandito dalla Carta costituzionale”, e per questo proponevano la mozione che impegnava il sindaco Antonio Bufano, la Giunta e il Consiglio comunale a disporre “la revoca della delibera di Consiglio” di 97 anni fa con la quale era stata conferita a Mussolini la cittadinanza onoraria.

Promo