Agenda 2030, a Crispiano il Festival della Sostenibilità

112 Visite

Sensibilizzare la cittadinanza sui temi relativi alla salvaguardia dell’ambiente, dell’arte sostenibile, nonché in generale della diffusione e della conoscenza dell’Agenda 2030. Sono questi gli obiettivi del “Festival della sostenibilità di Crispiano: l’agenda 2030 nella Puglia delle 100 masserie”, che si svolgerà a Crispiano venerdì 8 e sabato 9 ottobre.

La manifestazione rientra nell’ambito delle iniziative del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso di ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile). La due giorni di eventi prenderà il via dopodomani, alle ore 16, con l’inaugurazione della mostra dal titolo “Scarti”, costituita dalle opere di Franco Farina che, per la prima volta in assoluto, esporrà presso il centro raccolta comunale elementi creati utilizzando materiale in disuso prelevato nelle discariche. Alle ore 19 una tavola rotonda sul tema “Sostenibilità e innovazione tra masserie e turismo” con la partecipazione del deputato Gianpaolo Cassese, dell’europarlamentare Rosa D’Amato, del vicepresidente del Consiglio regionale Cristian Casili.

Alle 20.30 ci sarà l’esibizione musicale degli alunni dell’Istituto Comprensivo “F. Severi” e il debutto in concerto dell’Orchestra Giovanile LLIFE Project. La giornata di sabato si aprirà alle ore 17 con le proposte di sostenibilità presentate dagli studenti dell’Istituto Comprensivo “F. Severi” e dall’Istituto “Elsa Morante” di Crispiano. Alle ore 19 seguirà una tavola rotonda sul tema “La sostenibilità parte dai Comuni” con intervista su cambiamento climatico e politiche del Governo Italiano a Livio De Santoli, prorettore per le Politiche Energetiche di Sapienza Università di Roma. Parteciperà il sottosegretario al ministero della transizione ecologica Ilaria Fontana.

Promo