Ex Ilva, associazioni scrivono ad Alto Commissario dell’Onu. “Continua violazione del diritto alla salute”

129 Visite

Le associazioni Genitori tarantini e Legamjonici hanno deciso di rivolgersi all’Alto commissariato dell’Onu per denunciare “persistente violazione dei diritti fondamentali alla vita e alla salute che rende i cittadini di Taranto vittime perenni”.

Per le due associazioni sotto accusa finiscono “lo Stato italiano e Acciaierie d’Italia” responsabili “delle fonti inquinanti di origine industriale che puntualmente vengono lasciate libere di mietere vittime”. La richiesta di intervento arriva dopo le lettere mandate ai vertici delle istituzioni europee.

Promo