Giornata per le vittime da Lavoro, Zullo (Fratelli d’Italia): “Più attenzione a lavoratori fragili”

88 Visite

“Si celebra oggi il 71 anniversario della Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. Ho ascoltato gli intenti del Governo: più controlli, inasprimento delle pene e potenziamento della formazione. Bene, molto bene, ma non è sufficiente. C’è la necessità di prendersi cura attraverso misure di protezione sociale dei lavoratori fragili, dei lavoratori usurati e dei lavoratori non più idonei totalmente o parzialmente alla mansione specifica svolta”: lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale pugliese, Ignazio Zullo.

“Gli infortuni sul lavoro -aggiunge- sono molto spesso in relazione al deficit di abilità cognitive, fisiche e neuro-sensoriali aggravati dall’usura lavorativa e dall’età e molto spesso dissimulate volontariamente dal lavoratore consapevole che un giudizio di inidoneità può sfociare nella perdita del lavoro nell’impossibilità di ricollocazione nella stessa azienda. Così come incidono sugli infortuni gli stili di vita, il tabagismo e l’assunzione di bevande alcooliche durante il lavoro, l’uso del cellulare nel corso delle attività lavorative, i substrati di basso livello di istruzione e di crescita culturale sui quali poco incidono i contenuti informativi e formativi. Servono misure di potenziamento della promozione della salute e di prevenzione prima di tutto negli ambienti di vita prim’ancora che negli ambienti di lavoro e un ammodernamento delle misure di protezione sociale oggi in atto con le quali farsi carico dei lavoratori fragili la cui fragilità non può essere fatta gravare solo sul datore di lavoro ma deve essere anche e soprattutto considerata a carico della collettività, modificando i sistemi previdenziali e assistenziali di protezione sociale”.

Promo