San Severo, droga e reperti archeologici nascosti in lavanderia. Denunciate due persone

134 Visite

Ciotole, fibule in bronzo, vasi e coppe risalenti IV e il III secolo avanti Cristo sono stati scoperti e sequestrati dai carabinieri in una lavanderia industriale di San Severo (Foggia). Si tratta di 24 reperti archeologici che la Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio di Foggia e Bat ha definito di “interesse archeologico, storico e artistico”. La scoperta è stata fatta nell’ambito di controlli anti droga da parte dei militari dopo la segnalazione di una persona dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante le perquisizioni, sono stati trovati più di 250 grammi di marijuana, bilancini di precisione elettronici, materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente e denaro contante. Al termine degli accertamenti due persone sono state denunciate.

Si tratta di un uomo, accusato detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e di una donna, che risponde di ricettazione in relazione al reato di impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

Promo