Frasi offensive di medico del 118 verso bambina straniera, Marino (Fimmg): “Spero sia solo un malinteso. Altrimenti gravissimo”

93 Visite

Si augura sia solo “un malinteso” e sottolinea che “gli operatori del 118 non sono razzisti”. Il segretario nazionale della Fimmg-Emergenza sanitaria, Franco Marino, commenta così quanto sarebbe accaduto la scorsa settimana davanti all’istituto comprensivo Santa Chiara-Pascoli-Altamura di Foggia dove un medico del 118, nel corso di un intervento di soccorso su una bimba straniera che aveva avuto un malore, si sarebbe lasciato andare a frasi offensive e stereotipate nei confronti della piccola.

Marino definisce l’episodio “grave” soprattutto “perché nessun operatore si sognerebbe di impostare il servizio secondo principi che non ci appartengono”.

“Abbiamo il dovere di assistere ogni individuo che si trovi in uno stato di necessità, indipendentemente dal colore della pelle o dal credo religioso -continua-. Se l’episodio verrà confermato, prendiamo decisamente le distanze dal protagonista di questo grave fatto che vanifica il lavoro svolto con passione e abnegazione da tutti coloro che lavorano nel settore dell’emergenza territoriale – 118”.

“Il lavoro degli operatori sanitari dell’emergenza è sempre più, soprattutto in quest’ultimo periodo, stress correlato e potrebbe portare ad azioni o reazioni non conformi, ma comunque e ovviamente condannabili se verificate nel contesto e nei modi”, aggiunge il direttore di centrale, Stefano Colelli.

Promo