Ha truffato online connazionali producendo anche documenti falsi, su mandato europeo arrestato tedesco residente a Erchie

67 Visite

I carabinieri hanno arrestato per possesso e fabbricazione di documenti falsi un 26enne nato in Germania e residente a Erchie (Brindisi) in esecuzione di un mandato di arresto europeo per frode informatica e spionaggio di dati, emesso dalla Pretura di Bamberga (Germania), tramite la Corte d’Appello di Lecce.

La polizia tedesca ha accertato che l’uomo aveva sottratto con “modalità fraudolente” circa 430.000 euro a tre cittadini tedeschi mandando loro e-mail di phishing, inducendoli a fornire le credenziali di accesso e poi con centinaia di bonifici avrebbe trasferito il denaro su numerosi conti correnti a lui intestati o su emittenti di criptovalute servendosi di nomi di fantasia. Durante la perquisizione domiciliare, sono stati trovati diversi telefoni cellulari, 2 pc e numerosi dispositivi informatici (tra cui un portafoglio elettronico di criptovalute) e 226 documenti falsi già preparati nascosti all’interno di un divano posto nel soggiorno.

In casa c’erano 3 macchinari per stampare, plastificare e apporre il relativo sigillo di garanzia a documenti falsi nascosti all’interno di una botola ricavata sotto una mattonella nella camera da letto. Il 26enne risponde di possesso e fabbricazione di documenti falsi.

Promo