Rissa tra giovani a Taranto, esplosi 4 colpi di pistola a salve. Denunciate due persone

137 Visite

Una rissa violenta, seguita dall’esplosione di colpi d’arma da fuoco, è avvenuta ieri in tarda serata nei Giardini Virgilio di Taranto. Dalle indagini, compiute dalla Squadra Mobile e della Volante della Questura, supportate dalla Scientifica e dalle testimonianze di alcuni presenti, è stato individuato il presunto autore degli spari, un giovane che era stato visto allontanarsi dopo la lite a bordo della sua auto, una Alfa Romeno 147.

Raggiunto nel suo domicilio, il 21enne tarantino, che aveva ancora sul volto i segni della colluttazione, con ben quattro denti rotti e gli abiti ancora sporchi di sangue, ha ammesso le sue responsabilità, ricostruendo l’accaduto. Dal suo racconto è emerso che, per dissidi precedenti legati a futili motivi con un gruppo di altri giovani, per proteggersi aveva deciso di comprare una pistola a salve da utilizzare in caso di eventuali aggressioni.

L’aggressione, infatti, è avvenuta ieri sera nei pressi del bar dei Giardini Virgilio quando il 21enne è stato avvicinato dai suoi contendenti che lo hanno invitato ad uscire per strada per un chiarimento definitivo. Nell’occasione ha preso l’arma a salve custodita nel cruscotto della sua auto, l’ha impugnata e ha cercato di impaurire i suoi ‘avversari’ che, per tutta risposta, lo hanno poi aggredito verosimilmente con un tirapugni. Il giovane aggredito, nella confusione, per guadagnare la fuga, ha poi esploso 4 colpi di pistola riuscendo a farsi largo e a scappare a bordo della sua auto.

Gli investigatori sono riusciti ad identificare e rintracciare nel suo appartamento di Leporano, uno degli aggressori, un giovane di 17 anni che aveva utilizzato il tirapugni. Al temine delle indagini, il 21enne è stato denunciato in stato di libertà per spari in luogo pubblico, detenzione di oggetti riproducenti armi e minaccia, mentre il suo contendente per lesioni aggravate.

Promo