Morto sul lavoro a Barletta, inquirenti sequestrano cellulari per verificare eventuale distrazione

159 Visite

Sono stati sequestrati su disposizione della Procura di Trani i telefonini del 62enne Luigi Riefolo, morto ieri in un incidente sul lavoro a Barletta, e del collega 46enne alla guida della pala meccanica che lo ha investito.

Gli inquirenti vogliono verificare se uno dei due si possa essere distratto parlando al cellulare nell’atrio esterno dell’azienda di fertilizzanti in cui è avvenuto l’incidente e dove entrambi erano al lavoro come esterni. L’incidente è avvenuto intorno alle ore 14. Riefolo era in a pausa pranzo quando è stato travolto dal mezzo in movimento. L’autista non si sarebbe accorto della presenza del collega, che è morto sul colpo.

Sul caso la pm Isabella Scamarcio, che coordina le indagini dei carabinieri, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Come atto dovuto è stato iscritto il 46enne guidatore della pala meccanica, già sentito nella serata di ieri con il suo avvocato e sottoposto a esami tossicologici per escludere che possa aver fatto uso di alcol o stupefacenti prima d’iniziare il lavoro.

Promo