Viabilità a Bari, interventi per 18 milioni di euro da impiegare con le Ferrovie Appulo Lucane

213 Visite

Soppressione del passaggio a livello di via delle Murge, realizzazione di 4 rotatorie, costruzione di un sottopasso ciclo-pedonale, creazione di 2,6 chilometri di percorso ciclabile; investimento complessivo 18 milioni di euro e tempi di realizzazione 2 anni. Sono le caratteristiche principali del progetto “Strade Nuove” con cui Ferrovie Appulo Lucane, in virtù di un protocollo d’intesa sottoscritto con Regione Puglia e Comune di Bari, realizzerà numerose opere pubbliche che avranno un impatto migliorativo su viabilità, traffico, ambiente, sulla vivibilità della zona meridionale di Bari e, in particolare, dei quartieri Picone e Poggiofranco, a partire dal cosiddetto “Quartierino”.

Il progetto, che resterà in mostra fino a domenica nei locali Fal di Corso Italia 30 (dalle 16 alle 21) è stato presentato questa mattina dal presidente e dal direttore generale delle Ferrovie Appulo Lucane, Rosario Almiento e Matteo Colamussi; dall’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari, Giuseppe Galasso; dall’assessore ai Trasporti e alla mobilità della Regione Puglia, Anita Maurodinoia, e dal sindaco di Bari, Antonio Decaro.

Nell’ambito del progetto di raddoppio della tratta ferroviaria Bari Policlinico- Bari S. Andrea, Fal eliminerà il passaggio a livello di via delle Murge e, contestualmente, realizzerà nove interventi (più uno a cura del Comune di Bari) di ‘viabilità compensativa’, che contribuiranno a decongestionare il traffico tramite le rotatorie, a facilitare i collegamenti tra i quartieri interessati, a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Altro tassello del progetto è un sottopasso ciclo-pedonale che, passando sotto il fascio di binari di Fal, collegherà Viale Pasteur a Via Matarrese e sarà realizzato senza interruzioni alla circolazione ferroviaria. Decaro ha ringraziato Fal e Regione Puglia “per l’impegno finanziario e per la concretezza nella programmazione e nella realizzazione dei progetti che andranno a rivoluzionare e a modernizzare la viabilità di due quartier importanti della Città di Bari. Il Comune da solo, con i fondi del suo bilancio non avrebbe mai potuto realizzare tutto questo”.

Promo