In Puglia il 28,8% delle famiglie è in stato di povertà, l’allarme lanciato alla Settimana Sociale Cei di Taranto

91 Visite

L’emergenza Covid ha impoverito più di una famiglia su quattro (28,8%) che ha dichiarato nel 2020 un peggioramento della situazione economica rispetto all’anno precedente con oltre 200mila persone che in Puglia si trovano in una situazione di povertà assoluta. Lo rende noto Coldiretti Puglia in occasione della 49esima Settimana sociale in corso a Taranto a cui l’associazione partecipa con una delegazione.

In Puglia è cresciuto esponenzialmente il numero di persone a rischio povertà, con un’incidenza media pari al 30,4%. Si tratta -aggiunge l’associazione- del valore più elevato degli ultimi quindici anni dove fra i nuovi poveri sono coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, le persone impiegate nel sommerso e lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie che sono state fermate dalla limitazioni rese necessarie dalla diffusione dei contagi per Covid.

Nel 2020 sono stati oltre 5 milioni i chili di prodotti tipici Made in Italy, a chilometro zero distribuiti dagli agricoltori della Coldiretti e Campagna Amica per garantire un pasto di qualità ai più bisognosi di fronte alla crescente emergenza provocata dalla pandemia Covid. Si tratta -conclude la Coldiretti- della più grande offerta gratuita di cibo mai realizzata dagli agricoltori italiani per aiutare a superare l’emergenza economica e sociale provocata dalla diffusione del coronavirus e dalle necessarie misure di contenimento.

Promo