L’assessore regionale Raffaele Piemontese: “Manovra da 976 milioni per imprese della Puglia”

89 Visite

“Siamo riusciti a stare vicini a 20mila imprese e a 32mila liberi professionisti, generando una mole di finanziamenti a sostegno del capitale circolante superiore ai 2 miliardi di euro. Oggi celebriamo un lavoro collettivo straordinario con cui abbiamo tutti, da Bruxelles a Bari, passando per Roma e per i 257 piccoli, medi e grandi comuni pugliesi, dimostrato e rilanciato il senso dello stare insieme nella casa comune dell’Unione Europea”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Puglia e assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese, aprendo la riunione del Comitato di sorveglianza del programma operativo Puglia 2014-2020, riunito oggi in videoconferenza per fare il punto sullo stato di avanzamento della spesa dei fondi europei al 31 dicembre 2020, sulle previsioni di spesa al 31 dicembre 2021 e fino alla fine della programmazione, oltre che sulle misure assunte per contrastate il Covid-19.

Piemontese ha posto un accento particolare “sullo stretto coordinamento e gli sforzi congiunti profusi grazie all’intervento diretto dell’Unione Europea e della Commissione, oltre che dello Stato e degli organismi nazionali, leva su cui la Regione Puglia ha poggiato per varare un’imponente manovra finanziaria a sostegno delle imprese e a salvaguardia dell’occupazione, che ha contribuito a attenuare gli effetti drammatici della crisi e soprattutto a creare i presupposti per una positiva ripresa”.

“Nel complesso -ha sottolineato il vicepresidente- la manovra della Regione a sostegno della crisi di liquidità delle imprese e dei lavoratori occupati è stata promossa con oltre 850 milioni di euro di risorse regionali, che salgono a 976 milioni di euro con il nuovo avviso sul Microprestito lanciato nei giorni scorsi con una dotazione di 80 milioni di euro rivolto alle imprese di più piccola dimensione che nel corso dell’anno non hanno ancora eguagliato i livelli di fatturato pre-pandemia”.

Promo