Perde il lavoro e chiede alla compagna di prostituirsi, arrestato per maltrattamenti 41enne di Foggia

128 Visite

Quando ha perso il lavoro il compagno le ha chiesto di prostituirsi, iscrivendosi a chat e siti di incontri. L’idea era contattare potenziali clienti, farsi pagare senza consumare rapporti sessuali perché -sosteneva- sarebbe intervenuto lui a salvarla.

Al “no” della vittima sono iniziate le violenze: calci e pugni inferti mentre lei era legata mani e piedi. Fino all’ultima aggressione quando le ha scaraventato addosso un estintore. L’uomo è stato arrestato. Si tratta di un 41enne di Foggia accusato di maltrattamenti e lesioni aggravate nei confronti dell’ex-compagna. Ora è in carcere.

Promo