Truffa, in appello prescritti reati per promotore finanziario che gestì 650mila euro dei risparmi di due fratelli di Monopoli

172 Visite

La Corte di Appello di Bari ha dichiarato la prescrizione di quasi tutti i reati contestati al 56enne Francesco Nigri, ex promotore finanziario barese accusato di aver truffato due fratelli di Monopoli che fra il 2007 e il 2009 gli avevano affidato circa 650 mila euro dei loro risparmi.

I giudici hanno inoltre assolto Nigri “perché il fatto non sussiste” dall’accusa di esercizio abusivo della professione di promotore finanziario relativa al periodo successivo al luglio 2008, da quando il 56enne era nuovamente iscritto all’albo.

Secondo l’accusa Nigri, assistito dagli avvocati Michele Laforgia e Andrea Di Comite (Polis), faceva sottoscrivere polizze assicurative e investimenti in titoli ad alto rischio, falsificando la documentazione. In primo grado, nel marzo 2016, era stato condannato alla pena di 3 anni di reclusione e mille euro di multa, oltre al pagamento, in solido con la società svizzera con la quale collaborava, al risarcimento danni nei confronti dei due fratelli costituti parti civili, con provvisionali immediatamente esecutive di 150mila euro ciascuno.

Con la sentenza di parziale assoluzione e prescrizione dei reati, la Corte di Appello ha revocato anche la condanna al pagamento delle provvisionali.

Promo