Uccise per errore Luigi Antonio De Rocco di Casarano, il procuratore generale di Foggia chiede condanna di 24 anni

245 Visite

La pubblica accusa ha chiesto alla Corte d’assise d’appello di Bari di confermare la condanna a 24 anni di reclusione per il foggiano Marco Carella, 41 anni, accusato dell’omicidio volontario di Luigi Antonio De Rocco, 32 anni, di Casarano, ucciso per sbaglio con un colpo di fucile la sera del 28 giugno 2018 alla periferia di Foggia (vedi foto).

Obiettivo dell’agguato era Bruno Carella, fratello maggiore del presunto assassino e suo accusatore. Bruno Carella era in auto insieme alla vittima quando una fucilata fu esplosa da una utilitaria in corsa. Bruno Carella era l’obiettivo dell’agguato -sostiene l’accusa- per rancori familiari legati a questioni ereditarie.

Promo