A Taranto flash mob dei genitori delle piccole vittime, “Stop veleni’

103 Visite

“Tutto l’acciaio del mondo non vale la vita di un solo bambino”. È quanto si legge sul grande striscione tenuto dai genitori delle giovani vittime di patologie che i loro parenti ritengono legate all’inquinamento di Taranto, nel corso di un flash mob “silenzioso” sul ponte girevole.

I parenti delle piccole vittime, in molti casi bambini, sono vestiti di nero con una fascia bianca, “colore della purezza”, sul lato del cuore. “Per tutti i nostri piccoli e grani angeli”, si legge su un cartello, mentre su altri striscioni ci sono i volti delle piccole vittime con la scritta “Io non dovrei essere qui”. I “colpevoli devono pagare”, si legge sulla pagina Facebook degli organizzatori che vogliono “affermare il diritto di vivere in una città libera dai veleni”.

Promo