Processo “Decima bis” alla mafia del foggiano, ammessa la costituzione parte civile di Regione Puglia e Comune

130 Visite

Regione Puglia e Comune di Foggia sono state ammesse in qualità di parti civili nel processo ‘Decima Bis’, dal nome del blitz della polizia che a novembre dello scorso anno portò all’arresto di presunti affiliati ai clan mafiosi foggiani. Lo ha deciso il gip Antonella Cafagna nell’udienza preliminare che si è svolta stamani nell’aula bunker del Tribunale di Bitonto (Bari).

Non è stata invece accolta la richiesta di costituzione di parte civile di Confindustria Puglia e dell’Associazione Panunzio. Ammesse l’associazione Libera Foggia, Confindustria Foggia, Fai Antiracket Foggia, Fondazione antiusura Buon Samaritano. Dei 44 imputati, sette hanno chiesto e ottenuto di essere processati con rito ordinario; i rimanenti 37 hanno optato per il rito abbreviato. Si torna in aula i prossimi 2 dicembre e 27 gennaio.

Promo