Dalla Regione Puglia 1,3 milioni di euro a centri anti violenza e case rifugio

113 Visite

La Regione Puglia ha stanziato, attraverso due bandi, più di 1,3 milioni di euro destinati al sostegno delle case rifugio e ai centri anti violenza. Poco più di 710 mila euro andranno a rafforzare la rete dei centri antiviolenza per potenziarne le forme di assistenza, accoglienza e accompagnamento delle donne vittime di violenza e dei loro figli.

Il 30% del budget complessivo disponibile, sarà destinato ai centri antiviolenza che hanno attivato nuovi sportelli finora operativi. Ammonta invece a oltre 600mila euro lo stanziamento previsto per le case rifugio. Il 70% delle risorse sosterrà tutti i soggetti ammessi al contributo mentre il restante 30% è riservato ai titolari e gestori delle case rifugio, in ragione dei maggiori oneri sostenuti.

“Stiamo potenziando le politiche per il contrasto alla violenza sulle donne e i minori – dichiara l’assessore regionale al Welfare, Rosa Barone – attraverso il rafforzamento dell’attuale rete di centri antiviolenza e case rifugio di prima e seconda accoglienza, per noi partner fondamentali nel percorso di supporto alle donne vittime di violenza, un supporto finalizzato al recupero della libertà sotto i vari aspetti”.

Barone commenta anche i cinque arresti eseguiti dai carabinieri oggi e ringraziando “la madre della vittima che ha avuto il coraggio di denunciare” auspica che episodi del genere non si ripetano. “L’impegno del mio assessorato è massimo per mettere in campo tutti gli strumenti possibili per il contrasto e la prevenzione della violenza sulle donne – conclude- Un impegno che condivido assieme agli altri assessorati, associazioni e società civile, perché solo lavorando insieme si possono ottenere i risultati sperati”.

Promo