Basket, Milano non sbaglia un colpo. Brindisi tiene il passo

100 Visite

Milano chiama, Brindisi risponde. È un ritmo insostenibile quello imposto dall’Olimpia nella Serie A di basket, ma i pugliesi resistono nel ruolo di prima inseguitrice. La squadra di Messina fa sette su sette, non basta neppure una coriacea Cremona: 86-93 il risultato in favore di Milano sul parquet della Vanoli, che organizza una rimonta, viene ricacciata indietro nel terzo quarto (12-28) ma ci prova sino in fondo. Contro Melli (20 punti) e Sergio Rodriguez (17, cinque triple e sette assist), però, si può davvero poco.

L’Happy Casa di coach Vitucci risponde all’Enerxenia Arena con il successo su Varese per 71-84: su tutti, tra i biancazzurri spicca un Gaspardo da 28 punti.

La Virtus Bologna torna a vincere e si congeda dal PalaDozza (pronta la Segafredo Arena per la prossima partita casalinga del 21 novembre) battendo Pesaro per 88-75. I campioni d’Italia cambiano marcia da metà del secondo quarto e interrompono la striscia di due ko consecutivi. In campo anche Mannion (5 punti) e Teodosic, top scorer con 18 punti a testa sono Hervey e Weems.

Vola a 10 punti anche Trieste, al primo successo esterno del campionato. Colpo grosso a Sassari, con la Dinamo piegata 74-83 in un match di costante rincorsa dal primo minuto. Si ferma a tre, invece, il filotto di successi per Brescia. Alla BLM Group Arena è grande battaglia contro Trento, ma la Dolomiti Energia ha la meglio per 78-72: decisivo l’ultimo quarto con le giocate di Reynolds (19 punti), Flaccadori (15) e Bradford (13). Treviso inciampa contro la Fortitudo, vittoriosa per 83-70 con un Benzing da 19 punti.

Fa valere il fattore campo anche Venezia, battuta di venti la Reggiana per 94-74: serata super per Tonut, 23 punti nel giorno del suo 28° compleanno e aggancio alla UNAHotels in classifica. Infine, Napoli si aggiudica la sfida tra neopromosse contro Tortona: 82-79 in favore della squadra di Sacripanti, terza vittoria in campionato.

Promo