Spaccia in carcere cocaina tagliata con novalgina, arrestato infermiere a Lucera

153 Visite

Un infermiere insospettabile spacciava droga, anche ‘tagliata’ con novalgina, in carcere a Lucera, in provincia di Foggia: ieri i carabinieri del Nucleo Investigativo del capoluogo dauno, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno arrestato su ordinanza di custodia cautelare un 30enne, residente in provincia, che lavorava stabilmente all’interno della casa circondariale.

Durante l’indagine, delicata e riservata condotta nei mesi scorsi dagli investigatori dell’Arma, anche attraverso intercettazioni, sono stati raccolti diversi indizi nei confronti del professionista impiegato all’interno del carcere lucerino, al quale è stato contestato lo spaccio continuato ed aggravato di droga durante l’attività lavorativa. Fondamentale è stata la collaborazione della Polizia Penitenziaria del carcere di Lucera, come anche quella di alcuni detenuti.

L’infermiere avrebbe approfittato del rapporto fiduciario con il contesto istituzionale carcerario e dei contatti costanti con i reclusi, senza particolari restrizioni o limitazioni. Durante le indagini del Nucleo Investigativo, è stata eseguita una perquisizione sulla base di un decreto della Procura anche mediante l’ausilio di un’unità cinofila dei carabinieri del Nucleo di Modugno.

 

Promo