Modugno, agli arresti domiciliari ma continua a spacciare. In carcere 22enne

194 Visite

Nell’ambito dei mirati servizi volti a contrastare lo spaccio di stupefacenti, a Modugno nel barese nella rete dei carabinieri è caduto un 22enne, già noto alle forze dell’ordine, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il protagonista della vicenda è un giovane, noto agli inquirenti per i sui pregressi, che proseguiva l’illecita attività di spaccio nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari.

I carabinieri durante i quotidiani servizi in borghese avevano notato un anomalo andirivieni di ragazzi e giovani che, in qualsiasi arco della giornata, si addentravano per le vie del centro storico di Modugno, dove sparivano nei dedali di stradine percorribili per lo più a piedi. Il tutto avveniva nella zona in cui era ristretto agli arresti domiciliari il giovane. Per questo motivo, l’altro pomeriggio i carabinieri hanno deciso di fare un controllo, durante il quale il 22enne ha consegnato spontaneamente una bustina in plastica, a chiusura ermetica, contente 1,3 grammi di hashish, che aveva addosso.

Promo