Sequestrati 11mila ettolitri di vino senza tracciabilità nelle province di Bari e Foggia

149 Visite

Quasi 11mila ettolitri tra mosti e vini sono stati sequestrati dagli ispettori dell’Icqrf (Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari) della Regione Puglia perché privi dei documenti relativi alla tracciabilità.

Il valore commerciale del prodotto è di un milione di euro. Si tratta di due sequestri. Il primo, del valore di circa 900mila euro, riguarda uno stabilimento del Foggiano in cui è stato accertato che i vini della cantina -quasi 9mila ettolitri- non erano registrati al Sian, il Sistema informativo agricolo nazionale. Al vino non erano associate nemmeno le relative documentazioni contabili, impedendo di rilevare la tracciabilità delle materie prime e delle attività produttive.

Il secondo sequestro, che ammonta a circa 100mila euro, ha interessato uno stabilimento vinicolo della provincia di Bari in cui gli ispettori hanno verificato che quasi 700 ettolitri di vino allo stato sfuso riportavano indicazioni illecite relative a dei vitigni ed erano invece privi della necessaria tracciabilità.

Promo