Droga, sgominato clan tra Ugento e Casarano. Pestaggi a chi non pagava le dosi, sede operativa in un maneggio di cavalli

102 Visite

Pestaggi e minacce con armi a chi non pagava la droga: l’organizzazione salentina raggiunta questa mattina da 13 misure cautelari ordinate dalla Dda di Lecce, usava la violenza e la minaccia con armi come mezzo intimidatorio per incassare il corrispettivo dello spaccio. Inoltre, il sodalizio utilizzava un maneggio di cavalli come base operativa e una serie di esercizi pubblici per lo spaccio di cocaina e marijuana e usufruiva di una cassa comune per finanziare le spese di spostamento e l’approvvigionamento di armi. È quanto hanno scoperto i carabinieri della compagnia di Casarano in un anno e mezzo di indagini -dall’inizio del 2019 all’estate del 2020- definendo articolazioni e funzionamento del gruppo criminale e decriptandone anche il linguaggio in codice utilizzato nelle comunicazioni.

Le attività investigative sono iniziate dopo alcuni episodi di violenza risalenti alla fine del 2018, quando alcune persone, in distinte occasioni, non essendo piu’ in grado di fare fronte ai propri debiti di droga, in alcuni casi superiori a 3.000 euro, subirono violenti pestaggi e minacce aggravate dall’uso di armi da fuoco. Dall’inizio dell’indagine i carabinieri hanno arrestato sei persone e sequestrato diverse dosi di droga, tre pistole e tre fucili, di cui uno a pompa. E’ stata trovata e distrutta anche una coltivazione di canapa indiana con 181 piante.

Promo