Approvati 37 milioni di finanziamento dal Governo per riqualificazione borghi del Sud. Ecco i Comuni pugliesi beneficiari

158 Visite

Il Ministro della Cultura, Dario Franceschini e il Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, hanno firmato il decreto che ammette a finanziamento per un totale di 30 milioni di euro gli interventi di riqualificazione dei centri storici e di valorizzazione turistico-culturale presentati dai piccoli comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

In particolare, per quanto riguarda gli interventi di valorizzazione turistico-culturale presentati da Comuni fino a 5.000 abitanti, per i quali sono disponibili 20 milioni di euro, sono stati ammessi a finanziamento i progetti presentati dai seguenti 23 borghi: Pollica (Salerno); Zungoli (Avellino); Candela (Foggia); Tiggiano (Lecce); Pietrapetrosa (Potenza); Deliceto (Foggia); Calvello (Potenza); Oriolo (Cosenza); Guardia Perticara (Potenza); Morigerati (Salerno); Sasso di Castalda (Potenza); Pisciotta (Salerno); Summonte (Avellino); Valsinni (Matera); Ferla (Siracusa); Cetara (Salerno); Castiglione di Sicilia (Catania); Roseto Valfortore (Foggia); Castel San Lorenzo (Salerno); Badolato (Catanzaro); Savignano Irpino (Avelllino); Savelli (Crotone); Sutera (Catanissetta).

Invece, per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione dei centri storici presentati dai comuni fino a 10.000 abitanti, per i quali sono disponibili 10 milioni di euro, sono stati ammessi a finanziamento i progetti presentati dai seguenti 14 borghi: Vizzini (Catania); Corigliano d’Otranto (Lecce); Casal Velino (Salerno); Corsano (Lecce); Moiano (Benevento); Gagliano del Capo (Lecce); Chiaramonte Gulfi (Ragusa); Brolo (Messina); Cammarata (Agrigento); Sambuca di Sicilia (Agrigento); Montalbano Jonico (Matera); Fiumefreddo Bruzio (Cosenza); Troina (Enna); Roccaspide (Salerno).

Promo