Video con minacce di morte a Brumotti di Striscia, foglio di via per il rapper. Per tre anni divieto di tornare a San Severo

120 Visite

Foglio di via con divieto di ritorno per tre anni nella città di San Severo (Foggia) per il rapper conosciuto con il nome Paname che pubblicò su Youtube un videoclip con minacce di morte e gesti che imitano l’esplosione di colpi di arma da fuoco rivolti all’inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti, aggredito assieme alla sua troupe il 5 ottobre scorso nel rione San Bernardino di San Severo, dove stava realizzando un video per documentare lo spaccio di droga.

Il video venne pubblicato il 10 novembre. Stando a quanto accertato dagli agenti della polizia di Foggia, venne girato davanti all’abitazione del rapper, sottoposta a sequestro, nella quale le telecamere di Striscia la Notizia avevano documentato lo spaccio, e contiene non solo espressioni di approvazione per l’aggressione di Brumotti, ma anche messaggi con cui si invoca il compimento di ulteriori azioni contro l’inviato, sino al punto da minacciarne la morte.

Le indagini hanno permesso di individuare le persone che hanno preso parte al video, nei cui confronti sono state disposte misure di prevenzione. Tre avvisi orali sono stati notificati ad altrettanti residenti a San Severo, uno dei quali risulta tra gli autori dell’aggressione a Brumotti.

Promo