Mafie in Puglia, dalla commissione regionale di inchiesta: “Aumentare procure e tribunali in grandi province come quella di Foggia”

80 Visite

Il presidente della commissione regionale di studio e d’inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia, Renato Perrini, ha presentato una mozione che impegna la giunta regionale a farsi portavoce con governo e parlamento “dell’esigenza di aumentare le risorse umane necessarie a rinforzare l’organico investigativo e giudiziario e garantire un adeguato contrasto alla criminalità organizzata”.

“Ripercorrendo il territorio dell’intera regione emerge la carenza di risorse umane, necessarie per rinforzare l’organico investigativo -sostiene- la necessità di potenziare il numero dei tribunali e delle procure in province a grande estensione territoriale come quella di Foggia, nel basso tavoliere e nell’area garganica”.

Per Perrini occorre anche ampliare “le zone videosorvegliate centralizzate e investire sulle politiche giovanili con percorsi di educazione che mettano in risalto buone prassi per riappropriarsi degli spazi comuni finalizzati alla socializzazione delle fasce giovanili”.

“La commissione speciale di studio e legalità -si legge nel testo- ritiene di fondamentale importanza investire sulla sicurezza delle comunità pugliesi e soprattutto mettere in atto provvedimenti concreti che vadano a contrastare fenomeni eclatanti come quelli che spesso vanno ad alimentare le pagine di cronaca dei diversi territori regionali”.

Promo