Ex carabiniere ucciso a Copertino, nuovamente arrestato presunto omicida

110 Visite

È stato arrestato di nuovo il 70enne di San Donaci (Brindisi), Michele Aportone, accusato dell’omicidio del carabiniere in congedo Silvano Nestola, 46 anni, ucciso a colpi di fucile la sera del 3 maggio scorso, alla periferia di Copertino (Lecce), una volta uscito dalla villetta della sorella dove aveva cenato con il figlio di 11 anni, unico testimone oculare, rimasto illeso.

Aportone è il padre dell’ex compagna di Nestola e nella tarda serata di ieri è tornato in carcere. I carabinieri del Nucleo investigativo del reparto operativo del comando provinciale di Lecce lo hanno arrestato dando esecuzione alla nuova ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Lecce, dopo che il Riesame, su ricorso della difesa, lo scorso 19 novembre aveva annullato il primo provvedimento di custodia sul presupposto di una mancanza di valutazione autonoma disponendone la scarcerazione.

Nella ricostruzione dell’accusa, Nestola sarebbe stato ucciso perché i genitori dell’ex compagna erano contrari alla loro relazione.

Promo