Poste, carenza di personale a Taranto. Il 27 novembre sit-in di protesta

72 Visite

I sindacati di categoria Slc Cgil, Uil Poste, Failp Cisal e Ugl Comunicazioni di Taranto hanno indetto per sabato 27 novembre, dalle ore 9 alle ore 11, un sit-in di protesta all’ingresso della Filiale del Lungomare delle Poste Italiane nell’ambito di una iniziativa di mobilitazione che prevede lo sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive fino al 2 dicembre. Viene spiegato che i punti della vertenza si riassumono “nella carenza e gestione del personale, e igiene e sicurezza sui posti di lavoro in ambito sportelleria e recapito”.

Grazie “al lavoro delle segreterie nazionali – aggiungo i sindacati – e’ stato siglato un accordo che prevede assunzioni e trasformazioni da part time a full time, ma nel territorio tarantino le politiche attive si sono concretizzate in numeri che si contano sulle dita di una mano. Nella provincia ionica ci sono quasi 70 famiglie che vivono con uno stipendio part time da almeno un decennio e questo è inaccettabile”.

 

 

Promo